Vangeli e conoscenza

Chi si accosta oggi ai Vangeli mosso dalle domande profonde e sostenuto dalla speranza di trovare in essi risposte adeguate, spesso si scontra con interpretazioni moderne che certo non contribuiscono a far crescere la venerazione per il testo, la consapevolezza che esso sia “Parola di Dio” e non pura elaborazione umana.

Rudolf Steiner, invece, afferma che si tratta di testi scaturiti dai gradi più alti di coscienza che gli uomini possono raggiungere, e quindi, proprio per questo motivo, contengono esattamente tutte le grandi verità di cui l'uomo odierno ha bisogno.

Ma si guarda bene dal fornire ai suoi lettori una “interpretazione autentica e definitiva” di quei passi, perché sa che la loro ricchezza è infinita, e ritiene che soltanto l'elaborazione individuale possa permettere di trovarla, almeno in parte.

Fin dall'inizio della sua attività di maestro spirituale ricevette la richiesta di tenere cicli di conferenze sui Vangeli. Acconsentì volentieri: ecco l'elenco sommario delle conferenze da lui tenute in quegli anni:

1908, Il Vangelo di Giovanni (12 conferenze)

1909, Il Vangelo di Giovanni in relazione agli altri tre e specialmente a Luca (14 conferenze)

1909, Il Vangelo di Luca (10 conferenze)

1910, Il Vangelo di Matteo (12 conferenze)

1910/11 Digressioni sul Vangelo di Marco (13 conferenze)

1912, Il Vangelo di Marco (10 conferenze)

1913/14 Il Quinto Vangelo (18 conferenze)

Già nei primi anni del secolo aveva tenuto 24 conferenze su “Il Cristianesimo come fatto mistico e i Misteri antichi” ora disponibili sia come conferenze che nella forma di libro redatto da lui stesso.

Insomma: chi volesse farsi un'idea di come Steiner si accosti ai Vangeli ha solo l'imbarazzo della scelta, anche perché quasi tutti questi testi sono disponibili pure in italiano (vedi il “Sommario dell'opera di Rudolf Steiner” consultabile nel sito liberaconoscenza.org)

Il loro studio offre l'acquisizione di alcune chiavi interpretative scientifico spirituali fondamentali, che possono essere applicate molto utilmente ai testi dei Vangeli.